Riportiamo di seguito i programmi per l'esame di ammissione al Triennio di 1° livello.

ARPA


1)   Esecuzione di 4 tra 8 studi presentati di tecnica e autore differente tra: N. Ch. Bochsa: 20 studi, F. J. Dizi: 48 studi per arpa.

2)   Un pezzo clavicembalistico

3)   Un pezzo scelto tra:

Rousseau: Variations sur un théme pastoral

Pierné: Impromptu caprice

Tedeschi: Suite Anacreontica (1 e 2 tempo)

Tournier: Tema e variazioni, Vers la source dans le bois, Au Matin.

4)   Lettura a prima vista e trasporto.

 

CANTO


1) Esecuzione di due Arie d’opera appartenenti a periodi diversi e di cui una con recitativo
2) Esecuzione di due composizioni da camera appartenenti a periodi diversi e in varie lingue, oppure di una composizione da camera e di una appartenente al repertorio sacro (oratorio, cantata, messa)
3) Esecuzione solfeggiata di uno studio classico fra sei presentati dal candidato (da Concone, Tosti, Panofka, Bordogni, Seidler, Mercadante e altri)
4) Lettura a prima vista
5) Colloquio tendente ad accertare le competenze del candidato nel campo della teoria e della cultura musicale generale; saranno prese in considerazione certificazioni di esami musicali sostenuti presso i Conservatori e gli Istituti Musicali Pareggiati.
E' facoltà della commissione richiedere l’esecuzione di scale ed arpeggi.
I brani devono essere eseguiti in lingua originale. E' gradita, ma non obbligatoria, l’esecuzione a memoria.


N.B.-Il candidato è tenuto a presentarsi provvisto di un accompagnatore al pianoforte di sua fiducia.

 

CHITARRA


1)   Quattro composizioni scelte da:

F. Sor op. 6 e/o op.29

N. Coste, 25 Studi op.38;

M. Giuliani, “Le Ore di Apollo” op.111;

L. Legnani, 36 Capricci op.20;

N. Paganini, 37 Sonate

2)   Due studi a scelta del candidato dai Douze Etudes di H. Villa Lobos

3)   Un brano tratto dal repertorio per chitarra antica, liuto, vihuela (secc. XVI, XVII, XVIII)

4)   Una composizione originale per chitarra del repertorio classico o romantico del sec. XIX

5)   Una composizione originale per chitarra del Novecento

 

 

CLARINETTO


a) Scala cromatica legata e staccata
Esecuzione, preferibilmente a memoria, di due scale tra tutte le tonalità (maggiori e minori – armoniche e melodiche), legate, staccate e con arpeggio di cui una a scelta del candidato e l’altra a scelta della Commissione.

b) Esecuzione di due studi su sei presentati dal candidato tratti dai seguenti metodi:
Cavallini: 30 Capricci
Klosè: 20 Studi Caratteristici
Rose: 32 Esercizi
Stark: 24 Studi in tutte le tonalità op. 49

c) Esecuzione di un brano di media difficoltà per clarinetto e pianoforte o clarinetto solo

d) Lettura a prima vista e trasporto in do e in la.

 

 

CLAVICEMBALO E TASTIERE STORICHE

 

Esecuzione del seguente programma:

  1. Johann Sebastian Bach: una suite francese o due Preludi e Fuga dal Clavicembalo ben temperato
  2. Domenico Scarlatti: due sonate di carattere brillante scelte dal candidato.
  3. Una sonata della seconda metà del settecento (es.Mozart, Haydn, Cimarosa, Platti)


Colloquio di carattere musicale, culturale, generale e motivazionale inerente l’indirizzo di studio prescelto


 

COMPOSIZIONE


-Tipologia A

Per i richiedenti in possesso del diploma di scuola secondaria superiore, o titolo equipollente, e del compimento inferiore di composizione, oppure della promozione al quinto anno del Corso della Scuola di Composizione sperimentale, si prevede un esame di idoneità limitato al colloquio e presentazione delle composizioni originali e delle esercitazioni didattiche svolte

Colloquio ed Esame:

Esame del curriculum formativo del candidato e della produzione originale e/o delle esercitazioni di tecniche compositive presentate.

Discussione volta all’accertamento delle adeguate competenze tecniche richieste.

Attribuzione di debiti/crediti in relazione al precedente percorso formativo compiuto.

 

 

-Tipologia B

Per i richiedenti in possesso del diploma di scuola secondaria superiore, o titolo equipollente, si prevede un esame di idoneità articolato con verifiche scritte e orali per accertare il possesso di un’adeguata preparazione iniziale specifica, tipologia dell’esame B;

 

1) Esame pratico con tre prove scritte scelte dal candidato tra quelle elencate (scelta da comunicare alla segreteria dei corsi almeno una settimana prima dell’esame)

Tempo previsto: 12 ore per ogni prova

 

Prima prova:

Basso a 4 voci in stile imitato e fugato;

oppure

Breve invenzione strumentale a tre parti in stile bachiano su tema dato;

oppure

Breve composizione polifonica a tre voci in stile rinascimentale su incipit e testo dato.

 

Seconda prova:

Armonizzazione, con accompagnamento di pianoforte, di una melodia strumentale riferita al primo romanticismo;

oppure

Armonizzazione, con accompagnamento di pianoforte, di una melodia d’autore tratta dalla produzione liederistica del primo romanticismo.

 

Terza prova:

Pezzo per pianoforte, in forma tripartita, su tema dato, riferito al primo romanticismo;

oppure

Breve lirica per voce e pianoforte con testo ed incipit dati, con riferimento al linguaggio post -tonale;

oppure

Breve composizione per trio di legni su incipit dato, con riferimento al linguaggio dodecafonico del Novecento storico.

 

2) Colloquio ed Esame orale

Esame del curriculum formativo del candidato e della produzione originale e/o delle esercitazioni di tecniche compositive presentate.

Discussione volta all’accertamento delle adeguate competenze tecniche richieste.

Esecuzione di un brano del repertorio pianistico, breve e di limitata difficoltà tecnica, a scelta del candidato.

Attribuzione di debiti/crediti in relazione al precedente percorso formativo compiuto.

 

-Tipologia C

Per i richiedenti non ancora in possesso del diploma di scuola secondaria superiore, o titolo equipollente, dotati di spiccate capacità e attitudini afferenti alla sfera delle attività compositive si prevede una procedura di ammissione straordinaria modulata sui singoli soggetti e articolata in due fasi successive:

- esame preliminare, da parte di un’apposita commissione, per la valutazione della effettiva presenza delle dichiarate spiccate capacità e attitudini dopo la iniziale richiesta del candidato o dei genitori in caso di minore età;

- esame di idoneità con verifiche scritte e orali per accertare il possesso di un’adeguata preparazione iniziale specifica

1) Esame preliminare

esame preliminare, da parte di un’apposita commissione, per la valutazione della effettiva presenza delle dichiarate spiccate capacità e attitudini dopo la iniziale richiesta del candidato o dei genitori in caso di minore età;

 

2) Esame pratico con tre prove scritte scelte dal candidato tra quelle elencate (scelta da comunicare alla segreteria dei corsi almeno una settimana prima dell’esame)

Tempo previsto: 12 ore per ogni prova

 

Prima prova:

Basso a 4 voci in stile imitato e fugato;

oppure

Breve invenzione strumentale a tre parti in stile bachiano su tema dato;

oppure

Breve composizione polifonica a tre voci in stile rinascimentale su incipit e testo dato.

Seconda prova:

Armonizzazione, con accompagnamento di pianoforte, di una melodia strumentale riferita al primo romanticismo;

oppure

Armonizzazione, con accompagnamento di pianoforte, di una melodia d’autore tratta dalla produzione liederistica del primo romanticismo.

 

Terza prova:

Pezzo per pianoforte, in forma tripartita, su tema dato, riferito al primo romanticismo;

oppure

Breve lirica per voce e pianoforte con testo ed incipit dati con riferimento al linguaggio post tonale;

oppure

Breve composizione per trio di legni su incipit dato con riferimento al linguaggio dodecafonico del Novecento storico.

 

3) Colloquio ed Esame

Esame del curriculum formativo del candidato e della produzione originale e/o delle esercitazioni di tecniche compositive presentate.

Discussione volta all’accertamento delle adeguate competenze tecniche richieste.

Esecuzione di un brano del repertorio pianistico, breve e di limitata difficoltà tecnica, a scelta del candidato.

Attribuzione di debiti/crediti in relazione al precedente percorso formativo compiuto.

 

CONTRABBASSO


1)   Esecuzione di scale ed arpeggi a tre ottave nelle tonalità degli studi di cui al punto successivo con varie figurazioni ritmiche e diversi colpi d’arco.

2)   Esecuzione di due studi tratti da:

- Billé:       V Corso Pratico

- Simandl:  Nuovo metodo per contrabbasso vol. II

3)   Esecuzione di un pezzo da concerto per contrabbasso e pianoforte

 

CORNO

Scarica il programma →

 

 

DIDATTICA DELLA MUSICA


Superamento di un esame di ammissione che verifichi il possesso delle competenze teoriche, interpretative e/o compositive coerenti con i parametri delle istituzioni musicali europee di pari livello.

 

FISARMONICA


1)   Esecuzione di 2 studi estratti a sorte seduta stante fra 4 preparati dal candidato e desunti dal 2° e 3° volume dell’antologia “Gradus ad Parnassum” di AA. VV. (Ed. Hohner)

2)   Esecuzione di un Preludio e Fuga tratto dal “Clavicembalo ben temperato” di J.S. Bach, estratto a sorte seduta stante dal candidato fra i seguenti due:

- in Re maggiore (I vol.) BWV 850

- in Fa minore (II vol.) BWV 881

3)   Esecuzione di un’importante composizione tratta dalla letteratura da tasto, scelta dal candidato fra i seguenti autori, secondo le più moderne ed accreditate trascrizioni e revisioni critiche:

D. Scarlatti - W. Byrd - F. Couperin - C. De Arauxo - A. De Cabezon - J. Dowland - A. Gabrieli

C. Merulo - J. Pachelbel - G. Frescobaldi

4)   Esecuzione di un brano originale per fisarmonica, a scelta del candidato, di difficoltà relativa al corso

 

FLAUTO


1. Tecnica - Scale:
• Esecuzione, preferibilmente a memoria, di due tra tutte le tonalità (maggiori e minori – armoniche e melodiche), legate e staccate di cui una a scelta del candidato e l’altra a scelta della Commissione;
• Esecuzione di un esercizio scelto dalla commissione da:
P. Taffanel, Ph. Gaubert: 17 exercices joumaliers de mécanisme – (Ed.Leduc).


2. Repertorio:
• Esecuzione di un programma da concerto della durata di 30 minuti comprendenti brani di repertorio per flauto e pianoforte e/o flauto solo di adeguata difficoltà.
N.B: La scelta dei brani del repertorio dovrà comprendere almeno due diverse epoche storico-musicali.


3. Studi:
• Esecuzione di due studi estratti a sorte, fra sei scelti dal candidato, tra i seguenti testi:
1. J. Andersen: Op. 30. Nn. 12,15,23 (dai 24 esercizi istruttivi editi da Ruhle e Wendling di Lipsia) (IMC:Nn.13,16,24);
2. E. Köhler: Op. 33 (parte terza). Nn. 1, 4, 8 (dagli otto grandi studi editi da J. H. Zimmermann di Lipsia);
3. G. Briccialdi: 24 Studi. Nn. 9,16,21 (dagli studi editi da G. Ricordi, ovvero Ed.Bongiovanni-Bologna);
4. A.B. Fürstenau: Op. 107. Nn. 5,11,16 (dai 26 esercizi editi da H. Litof Braunschweig);

 

JAZZ (tutti gli indirizzi)

REQUISITI PER L’AMMISSIONE

1)   Attitudine allo studio della materia, conoscenza del repertorio.

2)   Cultura generale e musicale adeguata:

Conoscenza degli elementi fondamentali di:

tecnica strumentale o vocale, lettura, storia del jazz, solfeggio (con e senza pronuncia jazzistica), teoria musicale, armonia tonale e della nomenclatura internazionale delle sigle degli accordi.

4)   Per gli studenti stranieri: disponibilità all’apprendimento della lingua italiana.

PROGRAMMA ESAME DI AMMISSIONE

1)   Colloquio di carattere attitudinale e motivazionale orientato a verificare le competenze musicali.

2)   Prova scritta con dettati musicali e quesiti inerenti alla teoria musicale e all’armonia a orientamento jazzistico, al solfeggio, all’ortografia musicale.

3)   Prova di solfeggio parlato e cantato di media difficoltà.

4)   Prova di esecuzione vocale o strumentale di un brano a scelta del candidato e di uno a scelta della commissione di carattere jazzistico, con domande di cultura musicale.

 

 

OBOE


1)   Esecuzione di due estratti a sorte fra sei presentati dal candidato tra i seguenti:

- C. Besozzi: dai 28 sudi per oboe, nn. 16-19-23-24-25

- A. Pasculli: 15 capricci a guisa di studi (ed. Ricordi) nn. 1-3

- F. Richter: dai 10 studi, n.5

- Eventuali altri studi di analoga difficoltà

2)   Un brano a scelta del candidato con accompagnamento.

3)   Lettura a prima vista di un brano di media difficoltà e trasporto di un facile brano, un tono sopra o sotto.

4)   Dar prova di saper costruire l’ancia.

Colloquio di carattere musicale, generale e motivazionale

 

ORGANO


1)   Esecuzione di due brani (ricercari, canzoni e toccate) dai Fiori musicali di Frescobaldi

2)   Esecuzione di una composizione di autore tedesco del XVII - XVIII secolo

3)   Esecuzione di un Preludio e fuga di Bach, scelti tra i seguenti:

BWV 534 - 535 - 536 - 537 - 539 - 545 - 546 - 547

4)   Esecuzione di due Preludi-Corali di J.S. Bach di moderata difficoltà

5)   Un Preludio e fuga di Mendelssohn

6)   Un brano a scelta di César Frank, tra i seguenti: Pezzo eroico - Pastorale - Preludio, fuga e variazioni

7)   Due composizioni a scelta del candidato, tratte dal repertorio romantico tedesco o francese

(ad es. Brahms, Schumann, Rheinberger, Karg-Elert, Reger, Liszt, Guilmant, Boëllman, Lemmens ecc.)

 

 

Strumenti a PERCUSSIONE


1)   Esecuzione di due studi di media difficoltà per tamburo che dimostrino dei fondamentali rudimenti, degli abbellimenti (acciaccature singole, doppie), del rullo (misurato o doppio e strisciato o chiuso)

2)   Dare prova di saper eseguire sugli strumenti a tastiera (es. xilofono) tutte le scale maggiori e minori, compresi arpeggi ed intervalli di terza nell’estensione massima consentita dallo strumento.

3)   Eseguire sullo xilofono uno studio scelto dalla Commissione su tre presentati dal candidato

4)   Eseguire sul vibrafono uno studio a quattro bacchette, comprendente la tecnica “Dampening”, scelto dalla Commissione su tre presentati dal candidato

5)   Eseguire uno studio per almeno tre timpani con facili cambiamenti di intonazione

6)   Eseguire una breve composizione per percussione e tastiera (es. vibrafono e pf. - xilofono e pf. - batteria e pf. - multipercussione e pf.)

7)   Eseguire passi non difficili tratti dal repertorio classico lirico sinfonico (es. Rossini, Mozart, Haydn, Beethoven, Verdi)

 

Colloquio di carattere musicale, generale e motivazionale

 

PIANOFORTE


1)   Esecuzione di uno Studio estratto a sorte su otto presentati dal candidato relativi al programma degli ultimi due anni dei corsi di base

2)   Bach: 6 Preludi e Fughe dal Clavicembalo ben Temperato (vol I e II) delle quali il candidato eseguirà una estratta a sorte al momento dell’esame

3)   Tre composizioni clavicembalistiche di cui una di Scarlatti da cui il candidato ne eseguirà una estratta a sorte al momento dell’esame

4)   Una Sonata di Beethoven (escluse le op.49 nn.1 e 2, e l’op.79)

5)   Una tra le composizioni dei seguenti autori: Weber - Schubert - Mendelssohn - Chopin - Schumann - Brahms - Liszt

6)   Una tra le composizioni dei seguenti autori: Debussy - Ravel - Skrjabin - Rachmaninov - Strawinskij - Prokofief - Bartók - Schoenberg - Berg - Webern - Shostakovich - Balaikirev - Liapunov - Altri compositori del '900

 

SAXOFONO

 

1)   Una scala maggiore e una minore scelta dalla commissione con relativi arpeggi;

2)   Uno studio a scelta del candidato;

3)   Uno studio estratto a sorte fra due melodici presentati dal candidato tratti dal M. Mule “48 Etudes d’apres Ferling”;

4)   Uno studio estratto a sorte fra due tecnici presentati dal candidato tratti dal M. Mule “48 Etudes d’apres Ferling”;

5)   Uno studio tecnico estratto a sorte fra due presentati dal candidato tratti dal G. Senon “32 Etudes melodiques at techniques (studi tecnici a numeri pari) da 2 al 32;

6)   Uno brano del repertorio per sassofono solo o sassofono e pianoforte a scelta tra:

  • R. Noda - Improvvisation n.1 - ed. Leduc (solo sax);
  • A. Cavedo - Quattro Ideogrammi ed. Primo Tema (solo sax);
  • A. Jolivet - Fantasia at Impromtu - ed. Leduc;
  • Petro Iturralde - Suite Ellenique - ed. Lemoine;
  • P. Bonneau - Suite - ed. Leduc;
  • P. Hindemith - Sonata - ed. Schott;
  • un brano di analoga difficoltà scelto dal candidato;

7)   Trasporto di facili melodie un tono sopra un tono sotto e un tono e mezzo sotto, prima vista;

La commissione d’esame può decidere, a propria discrezione, di fare eseguire al candidato il programma d’esame integralmente o parzialmente.

 

 

TECNICO DEL SUONO


1)  Test attitudinale sulle capacità di ascolto e riconoscimento dei suoni;

2)  Presentazione di uno scritto sulle motivazioni riguardo alla scelta del percorso di studi, con riferimento alle esperienze acquisite, alle proprie conoscenze e alle aspettative riguardo agli sbocchi occupazionali;

3)  Presentazione di eventuali prodotti già sviluppati dal candidato nell’ambito della produzione audio-musicale;

4)  Colloquio su motivazioni, percorsi formativi, esperienze, aspetti musicali e tecnico-scientifici alla base del percorso di studi scelto.

 

 

TROMBA


1)   Esecuzione di un brano o di un tempo di concerto, a scelta del candidato, con l’accompagnamento del pianoforte tra i seguenti:

- W. Brandt, concerto n.2

- J.P. Neruda, concerto in Mib maggiore

- A. Goedicke, concerto study Opus 49

2)   Esecuzione di uno studio a scelta del candidato tratto dai metodi:

- S. Verzari, 16 studi caratteristici

oppure

- J. Solonon, 12 studi

3)   Esecuzione di uno studio a scelta del candidato che preveda il trasporto in una o più tonalità tratto dal metodo R. Caffarelli

Colloquio di carattere musicale, generale e motivazionale

 

 

TROMBONE


 

1)   Un pezzo con accompagnamento del pianoforte a scelta del candidato  tra:

  • P.V. De La Nux - Solo de Concours per trombone e pianoforte;
  • M. Bordogni - n.3 e 8 dai 12 vocalizzi per soprano e tenore op.8;
  • A. Guilmant - Morceau Symphonique;
  • Altro brano concordato con l’insegnante, di livello simile ai precedenti.

 

2)   3 studi da:

  • S. Peretti - Metodo per trombone parte II;
  • C. Kopprash - Metodo per trombone parte II
  • M. Bordogni - Vocalizzi.

 

3)   Lettura a prima vista nelle chiavi di tenore, basso e contralto.

 

4)   Esecuzione di 2 passi orchestrali a scelta del candidato.

 

 

VIOLA


1)   Uno studio a scelta del candidato tra quelli di  Campagnoli o  Dont op.35

2)   Due movimenti contrastanti da una Suite di Bach a scelta del candidato.

3)   Un Brano per Viola e Pianoforte scelto dal candidato tra le Sonate e Concerti (Primo o secondo e terzo movimenti se è un concerto) scritti da 1800 a 1990.

 

 

VIOLINO


  1. Esecuzione di una scala a tre ottave con arpeggio, sciolta e legata, scelta dalla commissione tra tutte le tonalita' maggiori e minori.
  2. Esecuzione di una scala a terze e ottave a scelta del candidato.
  3. Studi:

a) Kreutzer: esecuzione di uno studio estratto dal n. 11 al n. 20 (ed. Ricordi).
b) Fiorillo: esecuzione di uno studio estratto tra 6 presentati dal candidato.

4. Esecuzione di una sonata antica.

 

 

VIOLONCELLO


1)   Esecuzione del preludio, della Sarabanda e di un tempo a scelta del candidato di una Suite di J.S.Bach.

2)   Esecuzione di uno Studio di D.Popper op.73 e di un Capriccio di F.Servais op.11 presentati dal candidato.

3)   Esecuzione del primo tempo di un concerto a scelta del candidato.