A.A. 2018-2019

 

PRESIDENTE

Concetta NICOLOSI

DIRETTORE

Maria GRANDE

DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Anna Maria PLUTINO

DIRETTORE DI RAGIONERIA E
DI BIBLIOTECA

Marco PROCHILO

VICEDIRETTORE

Francesco BARILLA'

CONSIGLIO DI
AMMINISTRAZIONE

PRESIDENTE
Concetta NICOLOSI

DIRETTORE
Maria GRANDE

RAPPR. CITTA' METROPOLITANA
Domenico ARICO'

RAPPR. DEI DOCENTI
Vittoria CARACCIOLO

RAPPR. DEGLI STUDENTI
Cecilia POPA MARE

CONSIGLIO ACCADEMICO

PRESIDENTE
Maria GRANDE

DOCENTI
Amelia Gilda AGUGLIA
Patrizia ANTINORI
Francesco BARILLA'
Santa GALLETTI
Daniela GERIA
Nicolò MACCAVINO
Rita PRINCIPATO
Salvatore ZEMA

STUDENTI
Silvia IELO
Massimo LINARELLO

REVISORI DEI CONTI

Francesca Romana CARBONE
Antonina Li VECCHI

NUCLEO DI VALUTAZIONE

Lorenzo GENITORI (membro int.)
Antonio Enrico SQUILLACE
(esperto)
Stefano VACCARI (presidente)

CONSULTA DEGLI STUDENTI

Giuseppina IANNI (presidente)
Silvia IELO
Massimo LINARELLO
Cecilia POPA MARE
Rocco SPANO'

 

Dipartimenti, cattedre, docenti

 

ASSISTENTI

Paola ASSUMMA - Maurizio CHIODO -
Monica DE SIMONE - Stefano IELO - Alessio LAGANA' - Grazia PANSERA - Simone PEDATELLA

COADIUTORI

Maddalena ANGHELONE-Francesco CARBONE-Pietro CHIRICO-Francesco CONDEMI-Mariano DELFINO-Fortunata DOMINICI-Anna DROMMI-Daniela IDONE-Maria LABOCCETTA-Eleonora LANCIOTTO-Barbara LENTINI-Maria Luisa MONTELLA-Domenico ORLANDO-Vincenzina RIZZITANO-Domenico STILLITANO


 

Attribuzioni degli Organi d'Istituto

PRESIDENTE
Il Presidente è rappresentante legale dell'istituzione, salvo quanto previsto dall'articolo 6, comma 1, del D.P.R. n. 132 del 2003. Convoca e presiede il consiglio di amministrazione e ne fissa l'ordine del giorno. Il Presidente è nominato dal Ministro sulla base di una designazione effettuata dal consiglio accademico entro una terna di soggetti di alta qualificazione manageriale e professionale proposta dallo stesso Ministro. Il consiglio accademico effettua la designazione di cui al comma 2 del citato decreto entro il termine di trenta giorni, decorso il quale il Ministro procede direttamente alla nomina prescindendo dalla designazione. Cura i rapporti istituzionali e promuove iniziative finalizzate a rafforzare la presenza dell'Istituto nel territorio e ad acquisire risorse per le sue attività. Emana i Regolamenti dell'Istituto. Costituisce con proprio provvedimento il Collegio dei Revisori.
DIRETTORE
Il Direttore è responsabile dell'andamento didattico, scientifico ed artistico dell'istituzione e ne ha la rappresentanza legale in ordine alle collaborazioni e alle attività per conto terzi che riguardano la didattica, la ricerca, le sperimentazioni e la produzione. Convoca e presiede il consiglio accademico. Il Direttore è eletto dai docenti dell'istituzione, nonché dagli assistenti, dagli accompagnatori al pianoforte e dai pianisti accompagnatori, tra i docenti, anche di altre istituzioni, in possesso di particolari requisiti di comprovata professionalità stabiliti ai termini dalla legge e dallo Statuto.
Il Direttore è titolare dell'azione disciplinare nei confronti del personale docente e degli studenti. Il Direttore, qualora lo richieda, è esonerato dagli obblighi didattici.
DIRETTORE AMMINISTRATIVO
Il Direttore Amministrativo è responsabile della gestione amministrativa, organizzativa, finanziaria, patrimoniale e contabile della Istituzione, in attuazione dei piani e degli obiettivi definiti dagli Organi di governo dell’Istituto.
DIRETTORE DI RAGIONERIA E DI BIBLIOTECA
Al Direttore della Ragioneria e di Biblioteca afferiscono tutti gli atti e i procedimenti relativi alla gestione amministrativa e contabile e alla gestione del bilancio e del patrimonio.
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Il Consiglio di Amministrazione, in attuazione delle linee di intervento e sviluppo della didattica, della ricerca e della produzione definite dallo Statuto, stabilisce gli obiettivi ed i programmi della gestione amministrativa e promuove le iniziative volte a potenziare le dotazioni finanziarie dell’Istituzione. In particolare:
  • delibera, sentito il Consiglio Accademico, lo Statuto ed i regolamenti di gestione e di organizzazione;
  • definisce la programmazione della gestione economica dell'Istituzione;
  • approva il bilancio di previsione, le relative variazioni, e il rendiconto consuntivo;
  • definisce, nei limiti della disponibilità di bilancio, e su proposta del consiglio accademico, l'organico del personale docente per le attività didattiche e di ricerca, nonché del personale non docente;
  • costituisce, con propria deliberazione il Nucleo di valutazione;
  • vigila sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare e mobiliare dell'istituzione, tenuto conto delle esigenze didattiche, scientifiche e di ricerca derivanti dal piano di indirizzo determinato dal consiglio accademico. La definizione dell'organico del personale è approvata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze e con il Ministro per la Funzione Pubblica.
Nelle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione, in caso di parità di voti, prevale il voto espresso dal Presidente.
CONSIGLIO ACCADEMICO
Il Consiglio Accademico è composto da un numero dispari di componenti, fino ad un massimo di tredici, in rapporto alle dimensioni organizzative e finanziarie dell'Ente. Fanno parte del Consiglio Accademico, oltre al Direttore che lo presiede:
  • docenti dell'istituzione, in possesso di requisiti di comprovata professionalità stabiliti dallo statuto, eletti dal corpo docente;
  • due studenti designati dalla consulta degli studenti.

Il consiglio accademico:
  1. determina il piano di indirizzo e la programmazione delle attività didattiche, scientifiche, artistiche e di ricerca, tenuto conto delle disponibilità di bilancio relative all'esercizio finanziario di riferimento;
  2. assicura il monitoraggio ed il controllo delle attività di cui alla lettera a);
  3. definisce le linee di intervento e di sviluppo della didattica, della ricerca e della produzione;
  4. delibera, in conformità ai criteri generali fissati dal regolamento di cui all'articolo 2, comma 7, lettera h) della legge, il regolamento didattico ed il regolamento degli studenti, sentita la consulta degli studenti;
  5. esercita le competenze relative al reclutamento dei docenti.
REVISORI DEI CONTI
I Revisori vigilano sulla legittimità, regolarità e correttezza dell'azione amministrativa; espletano i controlli di regolarità amministrativa e contabile; ad essi si applicano le disposizioni del codice civile in quanto compatibili.
NUCLEO DI VALUTAZIONE
Il Nucleo di Valutazione, costituito con deliberazione del Consiglio di Amministrazione, sentito il Consiglio Accademico, è composto da tre membri aventi competenze differenziate, di cui due scelti fra esperti esterni, anche stranieri, di comprovata qualificazione nel campo della valutazione. Il nucleo di valutazione verifica la rispondenza dei risultati agli obiettivi. In particolare:
  1. ha compiti di valutazione dei risultati dell'attività didattica e scientifica e del funzionamento complessivo dell'istituzione, verificando, anche mediante analisi comparative dei costi e dei rendimenti, l'utilizzo ottimale delle risorse;
  2. redige una relazione annuale sulle attività e sul funzionamento dell'istituzione sulla base di criteri generali determinati dal Comitato per la valutazione del sistema universitario, sentito il CNAM; la relazione è trasmessa al Ministero entro il 31 marzo di ogni anno e costituisce il quadro di riferimento per l'assegnazione da parte del Ministero di contributi finanziari;
  3. acquisisce periodicamente, mantenendone l'anonimato, le opinioni degli studenti sulle attività didattiche, dandone conto nella relazione annuale di cui alla precedente lettera b). L'Istituto assicura al nucleo di valutazione l'autonomia operativa, il diritto di accesso ai dati ed alle informazioni necessarie, nonché la pubblicità e la diffusione degli atti nel rispetto della normativa a tutela della riservatezza;
  4. valuta ed eventualmente approva lo schema di proposta per l'istituzione e l'attivazione dei corsi di master;
  5. esamina la relazione dei coordinatori dei corsi di master, sull'attività svolta e i risultati conseguiti, anche ai fini di eventuali proposte di riedizioni dei corsi per l'anno successivo;
  6. redige una relazione di sintesi, che verifichi i risultati e le ricadute professionali, di ogni corso di master dopo la terza edizione.
  7. verifica che il Diploma Supplement (DS) sia rilasciato automaticamente e gratuitamente a tutti i diplomati e inserisce nella relazione annuale una precisa indicazione a riguardo, unitamente ad un campione dei DS rilasciati.
COLLEGIO DEI PROFESSORI

Il Collegio dei professori è composto dal Direttore, che lo presiede, da tutti i docenti in servizio presso l'istituzione, nonché dagli assistenti, dai pianisti accompagnatori e dagli accompagnatori al pianoforte. Esso svolge funzioni di supporto alle attività del consiglio accademico, secondo modalità definite dallo Statuto dell'istituzione:

1) supporto all' attività del consiglio accademico, quale organo consultivo e di proposta. A tal fine viene convocato dal direttore in via ordinaria, almeno due volte l'anno, ovvero ogni qualvolta ne sia fatta richiesta da:

-la metà più uno dei componenti il Consiglio accademico;
-la metà più uno dei componenti il Collegio medesimo.

2) delibera in sede di prima applicazione il regolamento didattico ai sensi del D.P.R. 28 febbraio 2003 n. 132, art. 14, comma 2 lettera b).

3) delibera il codice deontologico.

CONSULTA DEGLI STUDENTI
La consulta degli studenti è composta da studenti eletti nel numero previsto dallo Statuto del Conservatorio. Fanno parte inoltre della Consulta gli studenti eletti nel consiglio accademico. Oltre ad esprimere i pareri previsti dallo statuto e dai regolamenti, la Consulta può indirizzare richieste e formulare proposte al Consiglio Accademico ed al Consiglio di Amministrazione con particolare riferimento all'organizzazione didattica e dei servizi per gli studenti.
Il Consiglio di Amministrazione assicura i mezzi necessari allo svolgimento delle funzioni della Consulta.