PRESIDENTE
Il presidente è rappresentante legale dell'Istituzione, salvo in ordine alle collaborazioni ed alle attività per conto terzi che riguardano la didattica, la ricerca, le sperimentazioni e la produzione. Convoca e presiede il consiglio di amministrazione e fissa l'ordine del giorno.
DIRETTORE

Il direttore è responsabile dell'andamento didattico, scientifico ed artistico dell'Istituzione e ne ha rappresentanza legale in ordine alle collaborazioni ed alle attività per conto terzi che riguardano la didattica, la ricerca, le sperimentazioni e la produzione. Convoca e presiede il consiglio accademico ed il collegio dei professori.

Il direttore è titolare dell’azione disciplinare nei confronti di tutto il personale docente, tecnico-amministrativo ed E.P., per le infrazioni di minore gravità di cui al primo periodo dell’art. 55-bis comma 1 del Decreto Legislativo 165/2001. Il direttore è altresì titolare dell’azione disciplinare nei confronti degli studenti.

Il direttore nomina con proprio decreto un vice direttore, scelto tra i professori confermati in ruolo. Il vice direttore lo supplisce, nei casi di assenza o impedimento, nelle funzioni che non gli siano espressamente riservate dalla normativa vigente.

DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Il Direttore amministrativo è responsabile della conduzione degli uffici e assicura la correttezza, l'efficienza e l'efficacia del loro operato. 

E' responsabile della gestione amministrativa, organizzativa, finanziaria, patrimoniale e contabile dell'Istituzione.  

E' a capo degli uffici e dei servizi dell'Istituzione della cui efficienza e del cui buon andamento è responsabile, ed esercita una generale attività di direzione e controllo nei confronti di tutto il personale non docente.
Presenta annualmente al Consiglio di amministrazione una relazione sull'attività svolta a cui sono allegate le relazioni dei singoli responsabili dei servizi e delle strutture, anche decentrate.
3. Nel rispetto degli esiti della contrattazione collettiva decentrata svolta nelle materie stabilite dai contratti collettivi nazionali,
a) sottopone proposte agli organi di gestione dell'Istituzione inerenti all'organizzazione dei servizi e del personale;
b) definisce l'orario di servizio, di apertura al pubblico degli uffici e l'articolazione dell'orario contrattuale di lavoro;
4. Inoltre:
a) cura l'attuazione dei programmi e degli obiettivi affidandone la gestione ai responsabili degli uffici;
b) partecipa al consiglio di amministrazione con voto consultivo;
c) verifica e controlla l'attività dei responsabili degli uffici ed esercita il potere sostitutivo in caso di inerzia degli stessi;

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Il Consiglio di amministrazione, in attuazione delle linee d'intervento e sviluppo della didattica, della ricerca e della produzione definite dal Consiglio accademico, stabilisce gli obiettivi e i programmi della gestione amministrativa e promuove le iniziative volte a potenziare le dotazioni finanziarie dell'Istituzione. In particolare:
a) delibera, sentito il Consiglio accademico, lo statuto ed i regolamenti di gestione e organizzazione; b) definisce, in attuazione del piano d'indirizzo di cui all'art. 23, comma 3, lett. a del presente statuto, la programmazione della gestione economica dell'Istituzione;
c) approva il bilancio di previsione, le relative variazioni e il rendiconto consuntivo;
d) definisce, nei limiti della disponibilità di bilancio, e su proposta del consiglio accademico, l'organico del personale docente per le attività didattiche e di ricerca, nonché quello del personale non docente;
e) vigila sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare e mobiliare dell'Istituzione, tenuto conto delle esigenze didattiche, scientifiche e di ricerca derivanti dal piano di indirizzo determinato dal Consiglio accademico.
CONSIGLIO ACCADEMICO
Il Consiglio accademico:
a) determina il piano di indirizzo e la programmazione delle attività didattiche, artistiche scientifiche e di ricerca, tenuto conto delle disponibilità di bilancio relative all'esercizio finanziario di riferimento;
b) assicura il monitoraggio e il controllo delle attività di cui alla precedente lettera a;
c) definisce le linee di intervento e di sviluppo della didattica, della ricerca e della produzione;
d) delibera, in conformità ai criteri generali fissati dal regolamento di cui all'art.2 comma 7 lettera h della legge, il regolamento didattico, salvo quanto disposto dall'art. 14, comma 2 lettera b) del D.P.R. 28 febbraio 2003 n. 132, e il regolamento degli studenti sentita la consulta degli studenti.
e) esercita le competenze relative al reclutamento dei docenti previste dal regolamento di cui all'art.2 comma 7 lettera e della legge;
f) esercita ogni altra funzione non espressamente demandata al Consiglio d'amministrazione dal D.P.R. n.132 del 28 febbraio 2003;
REFERENTE PER COVID-19
Il referente per Covid-19 ha il compito di coadiuvare la Direzione nelle fasi di gestione e implementazione delle misure organizzative di sicurezza, curare la massima informazione e sensibilizzazione al rispetto delle nome e pratiche anti-contagio, e curare i rapporti con l'Autorità Sanitaria Competente.
REVISORI DEI CONTI
I revisori vigilano sulla legittimità, regolarità e correttezza dell'azione amministrativa; espletano i controlli di regolarità amministrativa e contabile di cui all'art. 2 del decreto legislativo 30.07.99, n. 286.
COLLEGIO DEI PROFESSORI

Il collegio dei professori svolge funzioni di supporto all' attività del consiglio accademico, quale organo consultivo e di proposta.

CONSULTA DEGLI STUDENTI
La consulta degli studenti, oltre a esprimere i pareri previsti dallo Statuto e dai regolamenti, può indirizzare richieste e formulare proposte al consiglio accademico e al consiglio d'amministrazione con particolare riferimento all'organizzazione didattica e dei servizi per gli studenti..