modulistica 

 

MODULISTICA DEL MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2021-22:

A1 Dichiarazione sostitutiva certificazione
B1 Biennio-domanda iscrizione successiva
BS1 Corsi singoli biennio-domanda ammissione
BS2 Corsi singoli biennio-domanda prima iscrizione
BS3 Corsi singoli biennio-domanda iscrizione successiva
P1 Preaccademici-domanda iscrizione successiva
PRS1 corsi singoli propedeutici-domanda ammissione
PRS2 corsi singoli propedeutici-domanda prima iscrizione
PS3 corsi singoli preaccademici-domanda iscrizione successiva
T1 Triennio-domanda iscrizione successiva
TB1-Dichiarazione contemporanea iscrizione Conservatorio Università
TB2-Domanda sospensione carriera
TB3-Domanda riattivazione carriera
TB4-Domanda riconoscimento crediti
TB5-Comunicazione rinuncia studi
TR1-Domanda trasferimento uscita
TR2-Domanda trasferimento entrata
TS1 corsi singoli Triennio-domanda ammissione
TS2 corsi singoli Triennio-domanda prima iscrizione
TS3 corsi singoli Triennio-domanda iscrizione successiva
V1 Vecchio ordinamento-domanda iscrizione successiva


 

ALTRI MODULI:


AVVERTENZA SULLA RICHIESTA DI CERTIFICATI

Ai sensi dell’art. 15 della Legge 12 novembre 2011 n. 183 dal 01 gennaio 2012, le pubbliche amministrazioni (tra cui questo Conservatorio) e i privati gestori di pubblici servizi non possono più accettare né richiedere certificati, rilasciati da altre pubbliche amministrazioni, attestanti stati, qualità personali e fatti, pena la violazione dei doveri d’ufficio ai sensi dell’art. 74 del D.P.R. 445/2000.

Le certificazioni rilasciate dalle pubbliche amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.

Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi, i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall’atto di notorietà (art. 40 D.P.R. 445/2000).

Pertanto, i cittadini hanno diritto a richiedere e ad avere i certificati dalle pubbliche amministrazioni (tra cui questo Conservatorio) solo per utilizzo nei rapporti tra privati, ma questi verranno rilasciati in bollo  (fatta eccezione per i certificati da produrre agli uffici giudiziari, che non sono soggetti al D.P.R. 445/2000, e per quelli da produrre ai privati per cui le norme prevedono già delle esenzioni -tabella B del D.P.R. 642/1972-) e, a pena di nullità, dovranno contenere la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della P.A. o ai privati gestori di pubblici servizi”.