testata cileanews30 Maggio 2020

Giorgio CostantinoGiorgio Costantino, sacerdote dal 1968, insieme con l’on. Giuseppe Reale ha fondato nel 1980 l’Università per Stranieri di Reggio Calabria e vi è rimasto per oltre un decennio come membro del Consiglio di Amministrazione. Ha assistito un considerevole gruppo di immigrati dalla Nigeria stabilitisi nella sua parrocchia. Ha organizzato corsi serali di ripetizione agli studenti stranieri iscritti nella Facoltà di Architettura. Ha lottato per il riconoscimento dei diritti civili ed è intervenuto a livello nazionale per l’erogazione dell’assistenza sanitaria agli studenti stranieri. Ha fondato l’Associazione degli Studenti nigeriani per integrarli nel territorio interessandosi alla loro sussistenza e all’assistenza spirituale e giuridica. In seguito ha organizzato l’assistenza ai rifugiati politici del Kosovo e per gli immigrati dalla ex Jugoslavia aprendo un Centro di ascolto, una Scuola per i bambini, un Ambulatorio medico, un Dispensario per le medicine e ha disposto la distribuzione di viveri e altri generi di prima necessità, l’assistenza domiciliare alle famiglie bisognose di aiuto, ai malati e ai neonati. Soprattutto, vincendo ostinazioni e diffidenze, si è prodigato per farli integrare nel territorio, organizzando incontri e feste dove il dialogo e la reciproca conoscenza abbattono barriere ideologiche e pregiudizi razziali.

Ha aperto un Centro diurno per anziani allo scopo di creare per loro, parte consistente della popolazione, condizioni di vita che li sottraggano alla solitudine e all’emarginazione in cui la stessa società e le famiglie spesso li relegano, promuovendo una serie di iniziative atte a creare una rete di servizi socio-assistenziali.

Nel 2005 ha ricevuto il premio “Ginestra”, un riconoscimento che la Pro loco di Sant'Eufemia d'Aspromonte conferisce a personaggi illustri che si sono distinti nel campo della solidarietà.

All’attività pastorale egli affiancava quella di docente al Conservatorio, dove è stato ordinario di Esercitazioni corali e di Tecniche della comunicazione fino al collocamento a riposo, quella di musicista e direttore di coro nonché quella di giornalista. Per quest’ultima attività ha ricevuto nel 2003 il Premio “Pericle d’oro” assieme a Giovanna Botteri, Massimo Caputi e Gianni Ippoliti.

Nel 1984 viene nominato dalla Conferenza Episcopale Calabra Direttore dell’Ufficio Regionale e portavoce ufficiale della stessa CEC. Organizza gli uffici in tutta la regione e dirige corsi provinciali e regionali di Giornalismo e Comunicazione sociale, tiene conferenze e presiede incontri di studio in tutte le diocesi della Calabria; partecipa alle riunioni dell’Ufficio Nazionale Comunicazioni Sociali e come relatore o moderatore a convegni nazionali.

Ha insegnato Musica Sacra e Canto Gregoriano presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale e Musicologia Liturgica allo Studentato Teologico di Reggio Calabria. È stato presidente della Organizzazione Cori Calabria e della Commissione Musica Sacra della Arcidiocesi di Reggio Calabria. Consulente diocesano della UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani), è stato membro della Commissione Artistica Nazionale della FENIARCO.

Nel 1988 riceve dalla Amministrazione Comunale di Bagnara Calabra il Premio “Una vita per la Musica” e nel 1992 il Premio Anassilaos per la Musica mentre nel 2000 viene insignito, per meriti musicali, del “Sangiorgino d’oro” dalla Amministrazione Comunale di Reggio Calabria.

È stato Presidente e componente la Giuria a diversi Concorsi Nazionali e Internazionali di Canto Corale e lirico e membro della commissione che seleziona i coristi del Coro Giovanile Mondiale e Italiano.

Ha organizzato il Centro Stampa e diretto il Centro informativo interregionale e la Sala Stampa in occasione delle visite del Papa in Calabria e in Sicilia, del Convegno della Chiesa Italiana a Palermo e dei Convegni regionali della Chiesa calabrese dal 1978 ad oggi.

Nel 1990 è stato chiamato, dal Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi Card. Jan Pieter Schotte e dal Dott. Joaquin Navarro Valls, Direttore della Sala Stampa Vaticana, quale Addetto Stampa al Sinodo dei Vescovi. Con tale incarico ha seguito i lavori di decine di Sinodi tenendo i briefing per i giornalisti accreditati presso la Sala Stampa Vaticana.

Il 9 novembre 2002 ha diretto, nella Sala Nervi del Vaticano, davanti a Giovanni Paolo II, un concerto in occasione dell’incontro, organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana, con 8.000 operatori della cultura e della comunicazione sociale. Il concerto è stato trasmesso in diretta da 60 emittenti Radiotelevisive di tutto il mondo.

Dal 1991 è stato professore invitato alla Pontificia Facoltà dell’Italia Meridionale dove ha insegnato Scienze della Comunicazione ed Etica della Comunicazione presso lo Studentato Teologico di Catanzaro e al Biennio di specializzazione seguendo, come relatore, alcuni studenti in tesi specialistiche sulla comunicazione sociale. Nel 2002 è chiamato a insegnare Comunicazione sociale e Teologia all’Istituto Pastorale Calabro “Pastor bonus” in collaborazione con l’Istituto Pastorale Redemptor Hominis della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Nel 2001 viene nominato Direttore del quindicinale on-line della Conferenza Episcopale Calabra (www.cem2000.it), avviando la prima esperienza di un giornale telematico della Chiesa calabrese, nonché Segretario-Coordinatore della Commissione Regionale Cultura e Comunicazioni Sociali. È direttore responsabile della rivista teologica “Vivarium” dal 1987 e di questa testata, "Cilea News", dal 2003.

Il 19 marzo 2006 è stato nominato Cappellano di Sua Santità da Papa Benedetto XVI, e da quell'anno è il Parroco di S. Maria del Divin Soccorso a Reggio Calabria.