testata cileanews20 Aprile 2021

Ilenia Rottura al pianoforte (fonte: Facebook)L’8 giugno, a 91 giorni dall’inizio del lockdown, riapre il Conservatorio “Cilea” di Reggio Calabria con l’esame finale di Diploma accademico di 2° livello in Pianoforte della studentessa Ilenia Rottura. La commissione sarà presieduta dal Direttore, Prof.ssa Maria Grande, e si svolgerà nell’auditorium dell’Istituto al quale sarà ammesso un pubblico di 6 persone al massimo. Gli altri esami finali avranno luogo nei giorni seguenti adottando la stessa modalità oppure quella mista o online.

Pur con le indispensabili restrizioni, si comincia quindi a tornare alla normalità anche nel conservatorio di Reggio, che comunque si è realmente fermato solo due settimane dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Già il 17 marzo, infatti, era stata avviata la didattica a distanza e gli uffici hanno proseguito l’attività prima in smart working e poi in modalità mista.

La terza sessione di esami dell’anno accademico precedente, che era in pieno svolgimento quando è scattata l’emergenza sanitaria, è ripresa il 1° giugno insieme con la prima sessione dell’anno corrente adottando la stessa modalità online usata da altri conservatori e università come, ad esempio, il “Verdi” di Milano e la “Mediterranea” di Reggio Calabria.

Fino a quando non si ritornerà alla normalità, l’obiettivo prioritario è quello di consentire agli studenti di svolgere e completare correttamente e senza ritardi il loro percorso di studi. Per venire incontro alle difficoltà del periodo, è stata prorogata la scadenza dei pagamenti delle rate di iscrizione e frequenza.

Altre attività del Conservatorio, come concerti e masterclass, saranno subordinate alle disposizioni sanitarie, anche in relazione alla piccole dimensioni delle aule e dell’auditorium, fortemente limitanti in ordine al distanziamento.

La modalità telematica consente l’effettuazione di buona parte degli esami, delle lezioni ed è anche stata impiegata per una serie di concerti in diretta streaming su Facebook da varie città italiane e da Londra. L'iniziativa, dal titolo “Respiriamo musica insieme”, è stata sostenuta dal nostro Conservatorio, dal Comune di Como, da "Como Classica" e da "Naxos in Musica". Iniziata il 23 marzo, è durata una settimana con lo scopo di raccogliere donazioni destinate alla Protezione Civile, previste dal Decreto Legge “Cura Italia”. Il primo concerto è stato offerto da Leslie Howard, autentica leggenda del concertismo e unico pianista al mondo ad aver inciso l'integrale dell'opera per pianoforte di Liszt (99 cd, equivalenti a circa 5 giorni di ascolto ininterrotto).

L'offerta formativa del Conservatorio "Cilea"

È stato pubblicato il Manifesto degli Studi A.A. 2020-2021 del nostro Conservatorio.

Due i principali percorsi formativi offerti: uno preparatorio e uno accademico di alta formazione, entrambi articolati in due livelli, ai quali si accede con un esame e relativa graduatoria di ammissione. I posti sono limitati.

Il percorso preparatorio inizia con un  ciclo di studi detto "corsi di base" (che ha lo scopo di fornire le competenze adeguate utili all’accesso ai successivi corsi propedeutici), ai quali si accede all’età minima di 10 e che durano 2 anni per i fiati e 3 per gli altri strumenti, con 37 ore di lezione annue (2 materie). Si può presentare la domanda di ammissione per i seguenti strumenti: Arpa - Basso Tuba - Chitarra - Clarinetto - Corno - Fagotto - Fisarmonica - Flauto - Oboe - Pianoforte - Saxofono - Strumenti a percussione - Tromba - Trombone - Viola - Violino – Violoncello.

Seguono i "corsi propedeutici" (a loro volta finalizzati all’acquisizione delle competenze necessarie per poter accedere senza debiti formativi al successivo Triennio di 1° livello) che durano da 1 a 3 anni, con circa 90 ore di lezione annue (da 3 a 8 materie), ai quali si può accedere con un'età minima di 16 per Canto, Composizione, Contrabbasso, Jazz e Tecnico del suono e di 14 per gli altri corsi. La domanda di ammissione può essere presentata per i seguenti corsi: Arpa - Basso tuba - Batteria e percussioni jazz - Canto - Canto jazz - Chitarra - Chitarra jazz - Clarinetto - Composizione - Contrabbasso - Contrabbasso jazz - Corno - Fagotto - Fisarmonica - Flauto - Oboe - Organo - Pianoforte - Pianoforte jazz - Saxofono - Strumenti a percussione - Tecnico del suono - Tromba - Trombone - Viola - Violino – Violoncello.

Il percorso accademico di alta formazione, con quasi 300 ore di lezione annue (circa 15 materie), prevede un triennio, in cui si conseguono 180 crediti e il diploma accademico di 1° livello, e un biennio da 120 crediti con conseguimento del diploma accademico di 2° livello, equivalenti, rispettivamente, alla laurea L-3 e alla laurea magistrale LM-45 al fine esclusivo dell'ammissione ai pubblici concorsi per l'accesso alle qualifiche funzionali del pubblico impiego per le quali ne è prescritto il possesso. Il diploma accademico di 2° livello costituisce titolo di accesso ai concorsi di ammissione ai corsi o scuole di dottorato di ricerca o di specializzazione in ambito musicale o storico-musicale istituiti dalle università.

Si può accedere al triennio sia con il diploma di maturità che con la licenza media. In quest'ultimo caso, all'esame di ammissione bisogna dimostrare spiccate capacità e attitudini musicali e la maturità dovrà essere conseguita entro la data dell’esame finale in conservatorio. La domanda di ammissione può essere presentata per i seguenti corsi: Arpa - Basso tuba - Batteria e percussioni jazz - Canto - Canto jazz - Chitarra - Chitarra jazz - Clarinetto - Composizione - Contrabbasso - Contrabbasso jazz - Corno - Didattica della musica - Fagotto - Fisarmonica - Flauto - Oboe - Organo - Pianoforte - Pianoforte jazz - Saxofono - Strumenti a percussione - Tecnico del suono - Tromba - Trombone - Viola - Violino – Violoncello. Sono in attesa di autorizzazione ministeriale i corsi di Maestro collaboratore e di Musicologia.

Al biennio si accede con il diploma di conservatorio (1° livello o v.o. con diploma di maturità) o la laurea. A certe condizioni, gli studenti diplomati nel nostro Conservatorio possono iscriversi direttamente. Si può presentare domanda di ammissione o iscrizione per i seguenti corsi: Arpa - Basso tuba - Batteria e percussioni jazz - Canto - Canto jazz - Chitarra - Chitarra jazz - Clarinetto - Composizione - Contrabbasso - Corno - Didattica della musica e dello strumento - Discipline storiche, critiche e analitiche della musica - Fagotto - Fisarmonica - Flauto - Musica da camera - Oboe - Organo - Pianoforte - Pianoforte jazz - Saxofono - Strumenti a percussione - Tecnico del suono - Tromba - Trombone - Viola - Violino – Violoncello.

Per scegliere il tipo di livello di studio secondo la preparazione posseduta, si possono consultare i programmi dei relativi esami di ammissione ai seguenti link:

È consentita la contemporanea frequenza del conservatorio e di altra scuola o università. In quest'ultimo caso, non si può superare il limite complessivo di 90 crediti per anno, fatti salvi quelli conseguiti per le discipline valutabili in entrambi gli ordinamenti.

Frequentare il Conservatorio costa ogni anno, rateizzabili ed escluse le tasse erariali e per l’esame di ammissione, 297,50 € euro per gli iscritti ai corsi di base e propedeutici, e tra 0 e 960,00 € (a seconda del valore ISEE) per gli iscritti al triennio o al biennio.

Il termine per presentare la domanda di ammissione scade sabato 8 agosto 2020.

Per le modalità di ammissione/iscrizione, consulta il Manifesto degli Studi A.A. 2020-2021
N.B.: Si consiglia di scaricare il documento e aprirlo con un lettore di file pdf.


AVVERTENZA: GLI STUDENTI STRANIERI POSSONO EFFETTUARE I DUE VERSAMENTI PER L'ESAME DI AMMISSIONE UTILIZZANDO LE SEGUENTI COORDINATE BANCARIE:
1-TASSA ERARIALE (€ 6,04): IBAN: IT45R0760103200000000001016 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX - intestato a: "Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara - tasse scolastiche";
2-CONTRIBUTO ESAME AMMISSIONE (€ 51,00): IBAN: IT09M0760116300000000222893 - BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX - intestato a “Conservatorio di Musica F. Cilea di Reggio Calabria”.


Maggiori informazioni sui corsi →


Guida alla compilazione della domanda di ammissione 2020-2021→

 Offerta formativa Conservatorio di Reggio Calabria 2020-21

targa muraria stradale via reale reggio calabriaE' stata finalmente apposta la targa murale alla via intitolata all'On. Giuseppe Reale, in cui ha sede il nostro Conservatorio (precedentemente "via Aschenez prolungamento", in contrasto con le disposizioni dell'ISTAT come riportato in una pagina del sito del Comune).

Approvata il 15 maggio 2017 dalla Giunta comunale di Reggio Calabria su proposta della Commissione toponomastica, la nuova denominazione è inclusa nei servizi web geografici di Google da circa un anno.

Ricordato come "Sindaco di Reggio Calabria", Giuseppe Reale (1918-2010) ricoprì quella carica per 8 mesi nel 1993, ma fu prima deputato dalla III alla VI Legislatura (1958-1976) facendo parte di varie commissioni parlamentari: diciotto anni di decisivo impegno politico ai quali, tra l'altro, si deve il decollo artistico-culturale di questa città con l'istituzione dell'università statale, della "Dante Alighieri", dell'Accademia di Belle Arti, del nostro Conservatorio.

Laureato in lettere, docente, cattolico praticante, modesto e discreto, di specchiata onestà, fu uno dei rari e fulgidi esempi di intellettuale e politico italiano dedicato esclusivamente al bene della comunità.

La targa è posta sulla facciata del nostro Conservatorio, che si trova al civico n. 1: grazie a quanti hanno contribuito a questa tanto meritoria quanto doverosa iniziativa, da ora in poi il nome di Giuseppe Reale sarà per tutti anche "firma" e memoria della fondazione di questa Istituzione statale, la prima di livello accademico a essere stabilita in Calabria (1964).

Il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e l'On. Giuseppe Reale nel 1993
Il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e l'On. Giuseppe Reale nel 1993

online examsCome deliberato dagli organi competenti, l’art. 1 del “Regolamento temporaneo recante le modalità per lo svolgimento degli esami in modalità a distanza” stabilisce che gli esami debbano essere svolti “prioritariamente attraverso l’applicazione Microsoft Teams”. Si danno pertanto alcune indicazioni utili per ottimizzarne l’uso.

  • Ogni studente riceverà a mezzo e-mail un invito a partecipare ad una specifica "stanza" o "team".
  • Nel momento in cui il docente rende attiva tale stanza, sarà sufficiente ad ogni studente cliccare sul pulsante o sul link accluso alla e-mail (a seconda del sistema operativo) per accedere istantaneamente all’esame o alla lezione.
  • Se si accede da cellulare, potrebbe essere richiesto di scaricare l'app gratuita Microsoft Teams. Da pc, con browser Chrome o Edge è possibile invece accedere direttamente cliccando l'opzione "accedi via web" o "continua in questo browser" senza scaricare alcuna app. Digitare il proprio nome e cognome accanto al pulsante "partecipa ora", quindi cliccare su quest'ultimo (partecipare come "ospite").
  • Si chiarisce che non è richiesta agli studenti alcuna forma di registrazione, né di accesso tramite password o codice, e che non è necessario creare un account Microsoft.
  • Ciascuno studente potrà continuare a mantenere la propria e-mail personale ed avere accesso al sistema.
  • Nel caso in cui si verifichino problemi tecnici, che non è possibile risolvere con i docenti presenti in quel momento sulla piattaforma, si potrà contattare il prof. Calabrese, responsabile degli esami online, via Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure via Messenger.
  • Si consiglia comunque di effettuare delle prove tecniche prima di svolgere sessioni di lavoro ufficiali.